Oro di Capri

Associazione l'Oro di Capri

L'associazione per la tutela dell'olivo e dell'olio a Capri nasce da un gruppo di appassionati che nel 2014 ha sentito la necessità di recuperare le antiche tradizioni capresi legate alla coltivazione dell'olivo.

I nostri obiettivi

  • Promuovere il recupero degli oliveti presenti in molte zone dell'Isola di Capri
  • Diffondere la cultura per la coltivazione naturale dell'olivo
  • Tutelare l'ambiente e il paesaggio rurale caprese
  • Garantire la qualità dell'olio di Capri attraverso il supporto tecnico-scientifico dalla fase di coltivazione a quella di trasformazione delle olive
  • Recuperare e valorizzare la cultura e le pratiche agricole tradizionali

I metodi naturali e le pratiche antiche tradizionali per un olio sostenibile:

  • Trappole naturali per la cattura della mosca dell'olio
  • Contenimento del terreno e drenaggio dell'acqua piovana con i muretti a secco
  • Utilizzo del compost per conservare la fertilità del suolo senza apporto di concimi chimici
  • Raccolta dell'acqua piovana nelle cisterne per limitarne lo spreco

Maggiori informazioni sulla produzione

Il territorio

Il recupero di una tradizione

La produzione di olio di Capri si concentra nel versante Nord-Ovest del comune di Anacapri, nelle zone di Orrico, Mesola, Pino e Faro. In questa zona si stanno recuperando i vecchi oliveti abbandonati con l'inserimento di nuove piante. Queste zone hanno un'antica vocazione olivicola e l'olio di Capri e i suoi sottoprodotti erano una fonte di sostentamento usata un po' per tutto: alimentazione, illuminazione, sapone, merce di scambio...

Oro di Capri

News & Comunicazioni

l'amore per la natura, per la tradizione e la buona tavola

Oro di Capri

L'olio di oliva, quello che noi ora chiamiamo "extravergine", era anticamente chiamato "l'oro verde del Mediterraneo". L'albero di olive e l'olio spremuto dal suo frutto hanno da tempi immemori un ruolo nella spiritualità e nella cultura di tutti i popoli che si affacciano sul "Mare Nostrum".

La produzione